Trasferire azienda in Svizzera

LAVORO IN SVIZZERA

Oppotunità di impresa in Svizzera

lavoro in svizzera


Trasferire azienda in Svizzera

Cerchiamo di capire come trasferire aziende in Svizzera. Perché di per sé è facile ma, contrariamente a quanto si dice in alcuni siti, non è una cosa molto ben vista dagli svizzeri stessi

Un pò di chiarezza e onestà

Per avere qualche visualizzazione in più molti siti pubblicano articoli entusiasti in cui trasferire un'azienda in Svizzera sembra la cosa più facile di questo mondo. Titoloni da cui sembra che la Svizzera e il Canton Ticino siano lì che non aspettano altro che di avere, sul loro territorio, aziende estere. Ora, se è vero che la Svizzera punta molto sull'internazionalizzazione, è pur vero che ha regole ferree e ben precise al riguardo. Quindi cerchiamo di capire bene cosa e come trasferire aziende in Svizzera. Cosa semplice se si seguono alcune regole.

Trasferire non è lo stesso che aprire

Aprire un'azienda ex novo non è la stessa cosa che aprire aziende in Svizzera, già esistenti e operative nei paesi d'origine. In questa sezione ci concentriamo sul trasferimento aziendale. Per le aziende vanno soddisfatte alcune condizioni, fermo restando che, quello è innegabile, la burocrazia elvetica è davvero impensabile per un imprenditore italiano, in termini di snellezza e di efficacia. Oltre a questo, trasferire aziende in Svizzera fa gola a molti imprenditori per almeno questi buoni motivi:

  • mercato del lavoro flessibile
  • forza lavoro decisamente abbondante
  • posizione geografica
  • affinità linguistica soprattutto se si pensa al Canton Ticino

Pressione fiscale

Per trasferire aziende in Svizzera una delle prime considerazioni fatte è quella che prende in considerazione la pressione fiscale. Inutile dire che in Svizzera è decisamente inferiore a quella italica. ma non solo. La contabilità svizzera, per dirne una, supervaluta scorte e magazzino dal punto di vista del bilancio. E un imprenditore sa cosa questo significhi in termini fiscali. Oltre a ciò, sempre dal punto di vista fiscale, trasferire aziende in Svizzera fa gola a molti perché ci sono alcuni vantaggi tecnici come:

  • regole di ammortamenti avanzatissime
  • costi aziendali che è possibile mettere nel conto economico

Cosa serve

Senza dilungarci troppo, vediamo cosa serve in pratica. Prima di tutto un notaio. Se si vuole trasferire e, in un certo senso, aprire una società in Svizzera quanto capitale serve? Per l'equivalente di una SpA ci vogliono circa 100.000 franchi. Per una Srl ne bastano 20.000. Quando si sono depositati i capitali necessari in un istituto di credito svizzero, sarà quest'ultimo a fare un certificato che servirà al notaio per iscrivere la società nell'apposito Registro di Commercio. E con questo la società è formata.

A questo punto, la società è attiva legalmente. Se poi è un ramo di un'azienda italiana la pratica passa di competenza al Servizio Regionale degli Stranieri. Cosa fa questo ufficio? Trattandosi di un ufficio cantonale si occuperà di rilasciare i permessi per i lavoratori italiani. Se poi l'azienda assume lavoratori che risiedono nel territorio, questa operazione neanche serve.

Solitamente tutte queste operazioni portano via un lasso di tempo che, quando è lungo, dura solo una decina di giorni. E anche il costo è decisamente interessante aggirandosi attorno ai 700 euro costo notarile compreso.


(1) Commenti

Mafalda
10 gennaio 2017, 14:51
Salve vorrei informazioni sulle possibilità per professionisti psicologi di lavorare in Svizzera Italiana. Vorrei anche sapere le procedure per trasferire il mio studio da psicologa in canton Ticino.

Scrivici se hai domande o commenti su questa pagina

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome * Email * Commento